Tassa d’esenzione dall’obbligo militare – pochi cambiamenti per i civilisti

WPEG_2019_IT-01

Il 1° gennaio 2019 è entrata in vigore la nuova normativa sulla tassa d’esenzione dall’obbligo militare.  

Quali cambiamenti comporta?

  • D’ora in poi i civilisti dovranno pagare la tassa d’esenzione dal 19° anno di età fino al più tardi al compimento del 37° anno.
  • A partire dall’anno successivo all’ammissione passata in giudicato i civilisti che non hanno prestato almeno 26 giorni di servizio computabili dovranno pagare la tassa d’esenzione, come già previsto finora.
  • I civilisti che nell’anno di assoggettamento non sottostavano all’obbligo d’impiego secondo la legge e l’ordinanza sul servizio civile non devono pagare la tassa sostitutiva per l’anno in questione.

Tassa d’esenzione finale

  • D’ora in poi i civilisti che al momento del licenziamento hanno ancora più di 25 giorni da prestare dovranno pagare una tassa d’esenzione finale. Ciò riguarda i licenziamenti a partire dal 31 dicembre 2020. Negli anni precedenti oltre il 95% dei civilisti è stato licenziato con 0 giorni di servizio residui.
  • L’importo della tassa d’esenzione finale è dato dal reddito conseguito nell’anno del licenziamento e tiene conto dell’intero servizio obbligatorio e delle tasse d’esenzione dall’obbligo militare già pagate.

Le modifiche entrano in vigore il 1° gennaio 2019 e in virtù del sistema di tassazione postnumerando si applicano per la prima volta all’anno 2018.

L’importo della tassa resta invariato e ammonta al 3% del reddito imponibile dell’imposta federale diretta, ma non può essere inferiore a 400 franchi. Per saperne di più cliccare qui. Per informazioni sulla tassazione individuale rivolgersi, come di consueto, all’ufficio delle imposte del proprio Cantone.

Ultima modifica 12.03.2019

Inizio pagina

https://www.zivi.admin.ch/content/zivi/it/home/brennpunkte/1901-WPEG.html