Il Consiglio federale intende ridurre il numero di ammissioni al servizio civile

Berna, 15.11.2017 - Il numero di ammissioni al servizio civile è passato da 4670 nel 2011 a 6169 nel 2016 e va perciò sensibilmente ridotto per contribuire a garantire un apporto duraturo di effettivi all’esercito. Diversi provvedimenti mireranno a ridurre le richieste di passaggio al servizio civile dopo la scuola reclute. Il Consiglio federale ha incaricato il Dipartimento federale dell’economia, della formazione e della ricerca (DEFR) di elaborare entro l’autunno del 2018 un avamprogetto di revisione della legge sul servizio civile da porre in consultazione e ha nel frattempo adottato le modifiche all’ordinanza sul servizio civile.

ll servizio civile è uno dei fattori che influenzano l’effettivo dell’esercito. Pertanto, il Consiglio federale ritiene necessario e ragionevole prendere provvedimenti in merito. Il numero di ammissioni al servizio civile, da anni in crescita, potrebbe essere ridotto sensibilmente con una revisione della legge sul servizio civile. Le misure previste mirano infatti a ridurre il numero di militari che, dopo aver terminato la scuola reclute, chiedono di essere ammessi al servizio civile; nel 2016 erano circa il 40 per cento dei 6169 ammessi. Il Dipartimento federale della difesa, della protezione della popolazione e dello sport (DDPS) ha già intrapreso alcuni passi per assicurare all’esercito un apporto duraturo di effettivi; ci vorrà comunque qualche anno prima che tali provvedimenti abbiano effetto sulla gestione del personale dell’esercito.   

Numero minimo di giorni di servizio e un anno d’attesa obbligatoria

 Stabilendo a 150 il numero minimo di giorni di servizio civile e imponendo un periodo d’attesa di 12 mesi per i militari che dopo aver terminato la scuola reclute chiedono di passare al servizio civile si cerca di ridurre il numero di ammissioni al servizio civile. Seguiranno altri provvedimenti per ridurne l’attrattiva per ufficiali e sottoufficiali, abolire i mansionari per medici e impedire l’accesso al servizio civile a chi non ha giorni di servizio militare rimanenti. Chi presenta domanda di passaggio al servizio civile durante la scuola reclute deve iniziare l’impiego di lunga durata entro 12 mesi. Uno dei degli aspetti più importanti dell’avamprogetto sarà l’obbligo di prestare servizio annualmente già a partire dall’anno successivo all’ammissione.   

Il Consiglio federale ha inoltre incaricato il DEFR di esaminare l’impiego dei civilisti durante manifestazioni sportive o culturali e nel sostegno ai familiari di persone che hanno bisogno di assistenza.

Adottate le modifiche all’ordinanza sul servizio civile

Dal momento che nella pratica quotidiana dei civilisti e degli istituti d’impiego diverse regole si sono rivelate inadeguate, il Consiglio federale ha approvato delle modifiche all’ordinanza sul servizio civile e all’ordinanza sul sistema d’informazione del servizio civile. Le modifiche entreranno in vigore il 1° gennaio 2018.


Indirizzo cui rivolgere domande

Thomas Brückner, capo della Comunicazione ZIVI,
tel. +41 58 468 19 55, kommunikation@zivi.admin.ch



Pubblicato da

Il Consiglio federale
https://www.admin.ch/gov/it/pagina-iniziale.html

Segreteria generale DEFR
http://www.wbf.admin.ch

Dipartimento federale dell'economia, della formazione e della ricerca
http://www.wbf.admin.ch

Ultima modifica 24.06.2016

Inizio pagina

https://www.zivi.admin.ch/content/zivi/it/home/dokumentation/nsb-news.msg-id-68820.html