Buono a sapersi

Per quali attività può essere impiegato un civilista?

  • per eseguire lavori di cura dell'alpeggio (superfici per la promozione della biodiversità, preservazione dell’apertura, eliminazione di piante invasive) e dei pascoli;
  • per eseguire lavori di manutenzione delle foreste;
  • per costruire e riparare muretti a secco, sistemare cumuli di pietre, ecc. e in generale occuparsi del paesaggio;
  • in casi eccezionali, anche per dare una mano nella produzione agricola.

Quanto dura l’impiego di un civilista?

  • Un civilista rimane in alpeggio almeno 26 giorni. È possibile concordare periodi più lunghi (estivazione). Spetta a voi stabilire la durata minima.
  • Generalmente può essere impiegato un solo civilista per volta. Tuttavia, in alcuni casi specifici sono ammessi gli impieghi di gruppo.

Qual è il contributo del civilista?

  • grande disponibilità e motivazione;
  • qualifiche acquisite con l’esperienza professionale;
  • conoscenze acquisite durante il corso di formazione Manutenzione dell’alpe;
  • se necessario può seguire un corso per imparare a usare la motosega per tagli semplici.

Come trovare un civilista?

  • Wil piano d’impiego è pubblicato in E-ZIVI, nel quale voi stessi potete farvi conoscere;
  • i civilisti inviano la candidatura direttamente all’azienda;
  • l’azienda sceglie il civilista che ritiene idoneo.

Quanto costa un civilista?

  • 5 franchi al giorno per le piccole spese;
  • 13.70 franchi al giorno a titolo di tassa versata alla Confederazione, ma i primi 26 giorni costano la metà (sono esentate le aziende d’estivazione con gestore privato e un reddito annuale inferiore a 25 000 franchi);
  • 60 franchi al mese per vestiario e calzature (max. 240 franchi) in caso questi non siano messi a disposizione.

Cos’altro occorre garantire?

  • vitto e alloggio.

I civilisti sono assicurati?

  • l’assicurazione militare copre le malattie e gli infortuni durante l’impiego.

Quali sono le condizioni da soddisfare?

Dovete essere un’azienda riconosciuta con pascoli comunitari o un’azienda d’estivazione ai sensi dell’articolo 29a dell’ordinanza sulla terminologia agricola (OTerm) e comprendere almeno 10 carichi normali. Il gestore percepisce almeno uno dei seguenti contributi ai sensi dell'ordinanza sui pagamenti diretti:

  • contributo d’estivazione (art. 47 ordinanza sui pagamenti diretti [OPD]);
  • contributi per la biodiversità (art. 55 OPD);
  • contributo per la qualità del paesaggio (art. 63 e 64 OPD).

Ultima modifica 12.12.2017

Inizio pagina

https://www.zivi.admin.ch/content/zivi/it/home/einsatzbetriebwerden/landwirtschaft/soemmerungsgebiet/voraussetzungen.html