Convocazione

Niente impiego senza convocazione

Per ogni impiego il civilista deve essere convocato dal centro regionale competente, che deve perciò ricevere la convenzione almeno tre mesi e mezzo prima della data di inizio prevista. Per gli impieghi all’estero la convenzione deve pervenire almeno quattro mesi prima dell’inizio previsto. In ogni caso attenzione: niente impiego senza convocazione!

Si raccomanda di leggere attentamente la convocazione e controllare che i dati inseriti siano corretti. In caso di errori si prega di contattare immediatamente il centro regionale. Se il civilista non ha ricevuto la convocazione 14 giorni prima della data prevista per l’inizio dell’impiego deve comunicarlo al proprio centro regionale.

Tessera di legittimazione del servizio civile

Insieme a ogni convocazione il civilista riceve una nuova tessera di legittimazione con foto, dati personali e dell’impiego. La tessera permette di usufruire delle seguenti agevolazioni:

  • sconto del 50% (metà prezzo) sui mezzi di trasporto pubblici
  • prezzi ridotti per determinate manifestazioni (es. ingressi ai musei)

Convocazione d’ufficio

Se il civilista non adempie il proprio obbligo di impiego (non invia la convenzione entro i termini e non reagisce ai solleciti) verrà convocato d’ufficio dall’Organo di esecuzione. Questo significa che:

  • l’Organo di esecuzione stabilisce dove e quando il civilista presterà servizio (ad es. un impiego di gruppo nell’ambito della protezione dell’ambiente e della natura).
  • Per la convocazione d’ufficio il civilista deve pagare una tassa che può ammontare fino a 540.– franchi.     

Carattere vincolante

La convocazione ha carattere vincolante e impone al civilista i seguenti obblighi:

  • iniziare l’impiego per cui si è convocati
  • non allontanarsi dall’istituto senza permesso
  • dopo un’assenza tornare subito all’impiego


Se il civilista viene meno ai propri obblighi potrà essere sottoposto a procedura disciplinare o penale (multa, pena pecuniaria o detentiva fino a 18 mesi).

Differimento di un impiego

Se il civilista deve differire un impiego per il quale è già stato convocato deve inoltrare, insieme all’istituto di impiego, una domanda scritta all’Organo di esecuzione contenente:

  • la motivazione del differimento
  • le prove
  • l’indicazione del periodo in cui l’impiego verrà recuperato


Attenzione:
gli obblighi legali, l’obbligo di cercare un impiego e la convocazione sono validi finché non viene autorizzato il differimento del servizio.

Ultima modifica 28.06.2016

Inizio pagina

https://www.zivi.admin.ch/content/zivi/it/home/zivi-sein/vor-einem-einsatz/aufgebot.html