Convenzione d’impiego

Prima di concordare l’impiego, il civilista deve porsi una serie di domande: «Quali corsi di formazione devo frequentare prima dell’impiego?», «Voglio rinunciare al termine di convocazione di almeno tre mesi per poter cominciare prima l’impiego?». Quest’ultimo aspetto può essere stabilito nella convenzione d’impiego. Il civilista riceve una convocazione solo se potrà frequentare tutti i corsi di formazione necessari.

Ogni impiego può richiedere requisiti specifici, indicati nel mansionario sotto la voce «Requisiti». Il civilista discute preventivamente con l’istituto se il tipo di impiego gli si addice.

L’impiego deve iniziare di lunedì e finire di venerdì (eccezioni: ultimo impiego e impiego a titolo di prova).

Se il civilista vuole programmare un impiego in colonia o all’estero deve attenersi a regole specifiche e soddisfare particolari requisiti: il tutto è spiegato nei relativi promemoria.

Se il civilista e l’istituto sono d’accordo, possono compilare insieme la convenzione d’impiego, che indica, tra le altre cose, la persona cui farà capo il civilista nell’istituto, l’orario di lavoro e le indennità (v. anche Spese). Una volta chiariti e compilati tutti i punti, il civilista firma la convenzione insieme all’istituto e provvede a inviarla al proprio centro regionale attraverso il portale E-ZIVI oppure per posta.

La convenzione d’impiego deve pervenire al centro regionale al più tardi tre mesi e mezzo prima della data di inizio prevista e almeno quattro mesi prima per gli impieghi all’estero. Nel caso di impieghi all’estero occorre inviare, oltre alla convenzione, anche gli altri allegati richiesti (vedi Promemoria).  La convenzione d’impiego verrà esaminata dal centro regionale e se tutto è in regola il civilista riceverà la convocazione, che è il presupposto per ogni impiego.

Attenzione: niente impiego senza convocazione!

Ultima modifica 17.01.2018

Inizio pagina

https://www.zivi.admin.ch/content/zivi/it/home/zivi-sein/vor-einem-einsatz/einsatzvereinbarung.html